Salta al contenuto

3° KYO

Corrispondente al 3° Kyu (Cintura Verde), comprende le seguenti tecniche:

Ko-Soto-Gake

Significa “piccolo agganciamento esterno”. Tecnica di Ashi – Waza.

La sua esecuzione è praticamente identica al Ko – Soto – Gari con la differenza che la gamba sinistra di Tori aggancia quella destra di Uke.

Opportunità di esecuzione: Uke è sbilanciato all’indietro o tira Tori.

Tsuri-Goshi

Significa “anca sollevata (o pescata)”. E’ una tecnica di Koshi – Waza.

La sua esecuzione si differenzia dall’O – Goshi per il fatto che Tori porta la mano destra dietro la schiena di Uke, afferrandone la cintura per aiutarsi nella proiezione. Uke cade in avanti.

Opportunità di esecuzione: Uke spinge Tori avanzando o sta ristabilendo Shizen – Hontai dopo un attacco fallito.

Yoko-Otoshi

“Rovesciamento laterale”. Tecnica di Yoko – Sutemi – Waza.

E’ la prima tecnica di sacrificio presentata nel Go – Kyo. Nell’esecuzione a destra, Tori effettua una trazione in modo da far avanzare Uke, quindi stendendo la gamba sinistra poco al di sotto del ginocchio destro di Uke, si siede e continua la trazione. Uke cade di lato, alla sua destra.

Opportunità di esecuzione: Uke sta spingendo Tori o sta ristabilendo l’equilibrio spostandosi in avanti in seguito ad una trazione di Tori.

Ashi-Guruma

“Ruota con la gamba”. Tecnica di Ashi – Waza.

E’ una tecnica che ricorda Hiza – Guruma e, infatti, l’esecuzione avviene in rotazione ma Tori si trova di spalle ad Uke, appoggia la pianta del piede destro sul ginocchio destro di Uke ed esegue una rotazione in senso antiorario proiettando così Uke. Uke cade in avanti.

Opportunità di esecuzione: Tori spinge Uke o schiva all’indietro un attacco di Tori sbilanciandosi così in avanti.

Hane-Goshi

“Colpo con scatto dell’anca”. Tecnica di Koshi – Waza.

Si differenzia dall’Harai – Goshi perché nella sua esecuzione (sempre a destra) Tori porta la sua gamba destra all’interno della gamba destra di Uke. Uke cade in avanti.

Opportunità di esecuzione: Tori spinge Uke o schiva all’indietro un attacco di Tori sbilanciandosi così in avanti.

Harai-Tsurikomi-Ashi

“Spazzare il piede tirando e sollevando”. Tecnica di Ashi – Waza.

Molto simile al Sasae – Tsurikomi – Ashi, si differenzia da questa perché Tori, anziché limitarsi a bloccare il piede avanzante di Uke, effettua una vera e propria spazzata spingendolo all’indietro. Uke cade in avanti, di lato.

Opportunità di esecuzione: Uke si sposta indietreggiando.

Tomoe-Nage

“Proiezione ad arco”. Tecnica di Ma – Sutemi – Waza.

Per l’esecuzione di questa tecnica, si costringe Uke a piegarsi in avanti. Tori, tirando con entrambe le braccia, porta la pianta del suo piede destro all’altezza dell’anca destra di Uke, quindi si siede sul tatami e continuando la trazione stende la gamba destra mantenendo il piede sinistro sul tatami. La caduta di Uke avviene in avanti, a ruota.

Opportunità di esecuzione: Uke spinge Tori o in seguito ad un’applicazione di Tsurikomi, tende ad abbassarsi.

Kata-Guruma

“Ruota attorno alle spalle”. Tecnica di Te – Waza.

L’esecuzione di questa tecnica a destra vede Tori che sbilancia Uke tirandolo a sé ed assumendo la posizione Jigo – Hontai a sinistra. Tori tira con la mano sinistra il braccio sinistro di Uke, quindi lascia la presa al bavero portandosi con la spalla destra fra le gambe di Uke. A questo punto, sollevandosi e spostando il piede sinistro verso il destro (ristabilendo la posizione Shizen – Hontai) proietta Uke alla sua sinistra facendolo ruotare. Uke cade in avanti, a ruota.

Opportunità di esecuzione: Uke spinge Tori o schiva all’indietro (sbilanciandosi in avanti) un attacco di Tori.

Donato Di Pierro, Judo Tecnico, 2a edizione [2019]

Published in04-Go Kyo04c-3° Kyo

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *