Salta al contenuto

4° KYO

Corrisponde al 2° Kyu (Cintura Blu) e comprende le seguenti tecniche:

Sumi-Gaeshi

Significa “rovesciamento nell’angolo”. E’ una tecnica di Ma – Sutemi – Waza.

La sua esecuzione a destra vede Tori che sbilancia Uke tirandolo da sinistra, quindi Uke viene a trovarsi in posizione Migi – Jigo – Hontai. A questo punto Tori si siede sul tatami portando il collo del piede destro dietro il ginocchio sinistro di Uke e, tirando con la mano sinistra porta Uke a cadere in avanti ruotando.

Opportunità di esecuzione: Uke è sbilancianto in avanti, lateralmente, in Jigo – Hontai.

Tani-Otoshi

Significa “caduta nella valle”. E’ una tecnica di Yoko – Sutemi – Waza.

E’ una tecnica molto simile a Yoko – Otoshi, ma lo sbilanciamento che Tori impone, porta Uke a cadere all’indietro.

Opportunità di esecuzione: Uke è sbilanciato all’indietro in seguito ad una difesa di tipo Go su un attacco di Tori finalizzato ad una proiezione in avanti.

Hane-Makikomi

“Scatto con l’anca in avvolgimento”. Tecnica di Koshi – Waza. E’ una tecnica nata dall’unione di Hane – Goshi con Makikomi: infatti l’esecuzione comincia con Hane – Goshi ma, una volta raggiunto il contatto, Tori lascia la presa al bavero e blocca sotto l’ascella il braccio destro di Uke. Continuando nella rotazione sfruttando il peso del suo corpo, porta Uke a cadere in avanti.

Opportunità di esecuzione: Uke è sbilanciato in avanti, indietreggiando.

Sukui-Nage

“Proiezione a cucchiaio”. Tecnica di Te – Waza.

Nell’esecuzione a destra, Tori viene a trovarsi sul lato sinistro di Uke, quindi lascia contemporaneamente le prese e si abbassa ad afferrare con la mano destra il pantalone alla gamba destra di Uke e con la mano sinistra mantiene la presa alla manica. A questo punto, di scatto, solleva le gambe di Uke davanti a sé. Uke cade all’indietro.

Opportunità di esecuzione: Uke si trova davanti a Tori mostrandogli le spalle, per effettuare un attacco.

Utsuri-Goshi

“Anca spostata”. Tecnica di Koshi – Waza. Questa tecnica è solitamente effettuata in una fase di contrattacco, in seguito alla difesa Go. Viene utilizzata per neutralizzare una tecnica di proiezione con l’anca, eseguita da Uke. Tori, nell’esecuzione a destra, viene a trovarsi sul lato destro di Uke, quindi piegando entrambe le ginocchia, carica Uke sull’anca (il colpo d’anca è laterale), scivola sotto l’anca di Uke e lo proietta come in O – Goshi. Uke cade in avanti.

Opportunità di esecuzione: Uke si trova lateralmente davanti a Tori (come se volesse eseguire O – Uchi – Gari).

O-Guruma

“Grande ruota”. Tecnica di Ashi – Waza. Molto simile ad Harai – Goshi, questa tecnica non prevede l’utilizzo del colpo d’anca. Quello che accade è letteralmente una grande ruota attorno alla gamba di Tori. Nell’esecuzione a destra, Tori porta la sua gamba destra all’altezza della cintura di Uke sull’anca destra di questi, quindi, continuando nella trazione, proietta Uke che cade in avanti.

Opportunità di esecuzione: Uke è sbilanciato in avanti perché sta avanzando o perché indietreggia nello schivare un attacco di Tori finalizzato alla proiezione in avanti.

Soto-Makikomi

“Avvolgimento esterno”. Tecnica di Yoko – Sutemi – Waza. Come Hane – Makikomi ma senza l’intervento del colpo d’anca. Tori nell’esecuzione a destra, porta la gamba destra come in Tai – Otoshi davanti alla gamba destra di Uke, quindi lascia la presa destra al bavero e con il braccio destro blocca sotto la sua ascella il braccio destro di Uke e si lancia in Zempo – Kaiten – Ukemi destro trascinando con sé Uke nella caduta. Uke cade in avanti.

Opportunità di esecuzione: Uke è sbilanciato in avanti perché sta avanzando o perché indietreggia nello schivare un attacco di Tori finalizzato alla proiezione in avanti.

Uki-Otoshi

“Caduta fluttuante”. Tecnica di Te – Waza.

E’ un’importante tecnica di braccia, infatti è la prima tecnica del Nage – No – Kata. Essa dimostra il principio Ju (cedevolezza) proprio perché viene eseguita in seguito ad una spinta da parte di Uke che vede Tori prendere il sopravvento sfruttando la forza di Uke. Nell’esecuzione a destra, Tori durante la spinta di Uke, improvvisamente porta il suo ginocchio sinistro sul tatami tirando contemporaneamente con la mano sinistra verso la sua anca sinistra all’altezza della cintura.

Le mani di Tori simulano, durante la proiezione, il movimento per inguainare una spada. Uke cade in avanti, a ruota.

Opportunità di esecuzione: Uke si sta spostando in avanti mentre spinge Tori.

Donato Di Pierro, Judo Tecnico, 2a edizione [2019]

Published in04-Go Kyo04d-4° Kyo

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *